Che si tratti di ricercare, studiare, visitare o immergersi nella cultura e nella storia dell’Italia, visitare una delle biblioteche della capitale dovrebbe essere nella tua lista di cose da fare. Di seguito troverai alcune delle nostre biblioteche preferite a Roma.

Biblioteca Vaticana

Cortile del Belvedere, Città del Vaticano dal 
lunedì al venerdì (8:45-12: 00), martedì e giovedì (15: 00-16: 00). Visita  www.vaticanlibrary.va  per i criteri di ammissione speciali. 06.69879403

Una delle biblioteche più antiche del mondo, fu istituita ufficialmente nel 1475 ma la sua inestimabile collezione è in circolazione da molto più tempo. Oltre ad essere il deposito teologico del papato, la Biblioteca Vaticana contiene importanti testi secolari ed è stata al centro del rilancio della cultura classica greca e romana durante il Rinascimento. Solo alcuni degli innumerevoli tesori (noti) includono le lettere d’amore di Enrico VIII, una delle 50 bibbie fatte su misura per l’imperatore Costantino (il primo leader romano cristiano) e antichi manoscritti cinesi. Tra le sue raccolte, la Biblioteca Vaticana ha attualmente oltre 180.000 manoscritti e oltre 1.600.000 di libri stampati. La biblioteca non è in genere aperta a studenti universitari o studenti delle scuole superiori. Tuttavia, è possibile acquisire un pass a breve termine con i documenti appropriati.

Biblioteca dell’Angelica

Piazza Sant’Agostino, 8 
Open Lun, Ven, Sab (8.30-13.45) e martedì, mercoledì, giovedì (8.30-19.00). I visitatori devono avere più di 16 anni. Le visite guidate di gruppo sono disponibili mercoledì e venerdì (dalle 9 alle 14). 06.6840801

Fondata nel 1604 dal vescovo agostiniano Angelo Rocca, fu aperta al pubblico per la prima volta nel 1609. La biblioteca dell’Angelica si trova vicino a Piazza Navona e contiene circa 120.000 manoscritti. Molte di queste opere sono documenti chiave sulla Riforma e Controriforma. Altre attività includono Bibbie, 2.700 volumi latini, greci e orientali, oltre a letteratura e teatro italiani dal XV al XVIII secolo. I punti salienti sono rare edizioni di opere di Dante, Petrarca e Boccaccio. Aperto a chiunque dai 16 anni in su con documentazione valida.

Biblioteca Vallicelliana

Piazza della Chiesa Nuova, 18 
Open Lun, Mar, Ven (8.15 – 13.30), Mer e Gio (8.15 – 19.15), Sab (8.15 – 11.30 aperto solo per consultazione dei cataloghi. 06.68802671 – 06.6869237

La Biblioteca Vallicelliana è una splendida biblioteca barocca, fondata nel 1565 da un prete italiano chiamato Filippo Neri. La raccolta di circa 130.000 volumi, comprese le meraviglie legate al pergamena, è costituita principalmente da opere religiose che documentano la Riforma, la Controriforma e la storia medievale. C’è anche una piccola ma notevole raccolta di testi relativi alla musica e una raccolta di fotografie. Aperto a chiunque dai 16 anni in su con documentazione valida.

La Biblioteca del  Senato

Piazza della Minerva, 38 (Pantheon) 
Open Lun – Ven (9: 00-19: 30) e Sab (9: 00-12: 30). Chiuso ad agosto I visitatori devono avere almeno 16 anni, avere una documentazione valida e compilare un modulo. 06.6706.3717

La biblioteca del Senato ha aperto le sue porte al pubblico nel 2003. Offre una ricchezza di circa 700.000 volumi, circa 3000 periodici e 600 giornali italiani e stranieri, la più importante raccolta di Statuti di Comuni e corporazioni dal tardo Medioevo al età contemporanea, antiche edizioni di diritto comune e canonico, una delle più ricche collezioni di periodici del XIX secolo e molto altro. La biblioteca è aperta a chiunque abbia almeno 16 anni con documentazione valida dopo aver compilato un modulo.

La Biblioteca della National Academy of Science / Lincean Academy

Palazzo Corsini, Via della Lungara, 10 
Aperto al pubblico lun, mar, mer, ven (9: 00-13: 00) e gio (9: 00-17: 00). Sono disponibili visite guidate di gruppo e sono consentiti prestiti. 06.680271 – 06.6861983

Lo stesso Galileo Galilei era un tempo membro di questa prestigiosa accademia. L’ Accademia di Lincea fu fondata nel 1603 da Federico Cesi e poi ripresa nel 1870. La biblioteca dell’Accademia è stata concepita come il luogo di incontro di studiosi di tutte le discipline e il suo catalogo spazia da opere su filosofia, matematica, architettura, astronomia, filosofie orientali, geografia, filologia, letteratura antica e moderna, nonché studi alchemici ed ermetici. La biblioteca si trova a Palazzo Corsini, che si affaccia sul Giardino Botanico ed è un palazzo barocco costruito tra il 1730 e il 1740. Questa biblioteca ospita regolarmente conferenze su argomenti scientifici, storici e fiscali.

Biblioteca dell’Istituto nazionale di archeologia e storia dell’arte

Piazza Venezia, 3 (lun-ven 8.30-19.30, sab 9.30-13.30) –  Via del Collegio Romano, 27 (mer 9.30-13.30, gio 9.30-13.00). I visitatori devono avere più di 19 anni. 06.6977001

Una biblioteca pubblica nazionale situata in due punti: la biblioteca principale si trova nelle eleganti sale Barbo e Lanciani di Palazzo Venezia, con un ramo più piccolo presso la Crociera del Collegio Romano. Questa biblioteca è la più grande in Italia focalizzata su arte e archeologia. Il catalogo comprende oltre 370.000 libri, con molti esempi grafici e rari manoscritti risalenti al XVI e al XVII secolo. La collezione fu assegnata all’Istituto Nazionale di Archeologia e Storia dell’Arte a Palazzo Venezia nel 1922.

Biblioteca Casanata

Via S. Ignazio, 52 
aperto dal lunedì al venerdì (8.15-19.00) e sabato (8.15-13.30). I visitatori devono avere almeno 16 anni

Il cardinale domenicano  Girolamo Casanata ha  aperto questa biblioteca al pubblico nel 1701. Dal 1870, tuttavia, il governo italiano ha amministrato la biblioteca. Il catalogo originale era di circa 25.000 volumi e donato da Casanata al convento domenicano di Santa Maria sopra Minervainsieme a un grande fondo di dotazione per l’acquisto di nuovi libri. Tra i possedimenti della biblioteca vi sono testi greci ed ebraici, proclami governativi romani e commedie del XVII e XVIII secolo.

La Biblioteca Herzitania / Istituto Max Planck per la storia dell’arte

Via Gregoriana 30 
Open Lun – Ven (9.30-20.00). L’accesso è possibile solo con una carta d’identità utente valida . +390669993 242.  www.biblhertz.it

Situata vicino alla favolosa Piazza di Spagna, la biblioteca rinnovata esiste grazie all’amante dell’arte e al filantropo tedesco Henriette Hertz (1846-1913), che originariamente donò il rinascimentale Palazzo Zuccari – insieme a un catalogo ben fornito – come dimora per Istituto di ricerca Max Planck. Hertz ha creato una fondazione dedicata allo “studio dell’arte e della cultura, dal Rinascimento su [reparti] … specialmente in relazione a Roma come nucleo della cultura europea”. La sua visione comprendeva anche un luogo di incontro per studiosi di arte mondiale. La missione dell’istituto è di sostenere e promuovere i futuri storici dell’arte … e che bel posto per fare proprio questo.

Biblioteca Luigi Chiarini

Aperto da lunedì a venerdì (9.30 – 16.00), Via Tuscolana, 1524.

Fondata nel 1935, questa biblioteca è unica in quanto è dedicata alla cinematografia . La collezione di biblioteche private della National Film School comprende oltre 130.000 volumi, spesso provenienti da collezioni private di influenti scrittori, produttori e registi italiani. La biblioteca ha anche molti film, locandine e microfiche.

Per quanto riguarda alcuni luoghi pubblici moderni per essere libreschi, potresti esplorare una delle molte accademie e istituti culturali stranieri, come l’ American Academy o la British School , per esempio. Infine, non lontano dalla Stazione Termini, c’è anche la Biblioteca Nazionale Centrale di Roma ( Biblioteca Nazionale Centrale di Roma) in Viale Castro Pretorio (aperto dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 19 e il sabato dalle 8.30 alle 13.30), che è tutto molto nuovo e brillante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *